E-MAIL@ME

Se siete interessati alle mie creazioni, volete che crei qualcosa per voi o volete qualche informazione in più, mandatemi una mail a:

lemiecoccole@gmail.com

Sarò felice di rispondervi!

giovedì 4 aprile 2013

E se il Rifugiato... chiamato in causa.


“ALESSANDROOOOOOO!!!!”
Nel silenzio (sempre che con un bimbo di 2 anni e mezzo si possa avere qualcosa simile al silenzio) di casa nostra irrompe una voce soave e angelica che sussurra amorevolmente il mio nome. Lo fa con amore.
 Il problema è che quando la creativa viene in qualche modo ostacolata durante la sua attività, non ha il pieno controllo della sua voce e, per quanto possa applicare tutto il suo autocontrollo, ne vien fuori un urlo che può essere catalogato dagli esperti tra quello di Tarzan e i ruggiti di Godzilla. Uno tsunami improvviso nel mare calmo della sera…
A questo punto il Rifugiato non deve far altro che mettersi in salvo.
Qualunque sia il motivo per cui la tua dolce metà ti ha chiamato, sai già che non puoi star tranquillo.
La creativa potrebbe chiamarti per 5 motivi principali e TU non hai scampo!
  1.   Hai combinato un guaio enorme (che tradotto per i poveri ignoranti in materia vorrebbe anche semplicemente dire che hai utilizzato la SUA forbice da cucito e non l’hai riposta esattamente dov’era prima ma un paio di centimetri più lontano…) = è colpa tua!
  2. Ha combinato un guaio enorme (traduzione: è andata un po’ storta con una cucitura o ha sbavato con la colla a caldo o ha sbagliato l’abbinamento di colori) ma siccome il danno è stato causato perché non c’era il dovuto silenzio in casa… = è colpa tua!
  3. Tragedia!!! Le attrezzature atte a produrre combinano guai (in parole povere potrebbe essere che si è inceppato il filo nella macchina da cucire, che il pc si è un attimo inceppato proprio mentre stava salvando le foto o che la connessione internet è saltata per qualche minuto) però questi macchinari glieli hai regalati TU, caro Rifugiato e potevi almeno prenderne uno un po’ meno economico… = è colpa tua!
  4. La creativa HA SETE o FAME. Mentre produce la creativa perde ogni cognizione spazio-temporale e può passare anche ore senza ricordarsi dei suoi bisogni primari di essere umano : bere, mangiare, andare al bagno…. Lei non può stare attenta a tutto e ricordarsi di tutto! E’ compito del Rifugiato stare attento e prevenire i vari bisogni prima che questi si trasformino in una strana forma di agitazione, che poi si evolve in nervosismo, che poi si evolve in rabbia, che poi… insomma .. potevi prevenire = è colpa tua!
  5.  La creativa ha bisogno di sostegno. Quando ti chiama è già troppo tardi… Se lei ti chiama per sapere una tua opinione sul suo operato, qualunque risposta darai non le andrà bene. Se le dici che poteva far meglio o che non è la migliore delle sue opere, lei ci rimarrà male per almeno un mese e non vorrà più far nulla di creativo. Se le dici che l’oggetto in questione ti piace da morire lei ti dirà che sei un falso e che non devi dir così solo per compatirla. Se poi insisti nel dire che quello che ha creato è veramente fatto bene, allora lei ti risponderà che non capisci niente di queste cose e che se fosse vero venderebbe di più … insomma… i tuoi giudizi secondo lei non sono sinceri e a lei passa la voglia e l’entusiasmo di creare …per colpa tua!!!
Ma a tutto questo il Rifugiato potrebbe sfuggire con metodi semplici e “creativi”. Ma di questo ne parlerò giovedì prossimo, trattando il tema del “Rifugiato mimetizzato”  ovvero “Aria di tempesta in casa? Salvati con le piccole regole del Rifugiato!”

A giovedì prossimo! 
Il Rifugiato


12 commenti:

  1. AHAHAH!!!! Di solito la verità fa male.... in questo caso è proprio comica!!!!
    Quando chiamo il mio uomo con il nome per esteso fugge ^_^ farò leggere il prossimo post del Rifugiato al mio Gian!!!

    RispondiElimina
  2. fa sempre paura sentirsi chiamare col nome per esteso... haha

    RispondiElimina
  3. mmmhhhhhhhh mi sfugge una cosa... di chi sarebbe la colpa di tutti questi guai? Ahahahahahaha :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. adesso... non vorrei sbagliare eh... ma secondo me... é colpa mia!!!!

      Elimina
  4. ahahahah e come darti torto?
    io ad esempio mi identifico spudoratamente nel punto 4 :-P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :P allora su questo sei UGUALE alla mia creativa...

      Elimina
  5. Caro Rifugiato, nella Tulicasa questi episodi non si verificano, il Tulimarito però teme lo stesso quando lo chiamo per esteso perchè significa che voglio fargli fare qualcosa, di solito tagliare il legno :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ecco e in quel caso... non è colpa sua!! ;P

      Elimina
  6. Ma... ma.... non è vero!!!!!!!
    Basta ripeterlo all'infinito e voi CreativMariti non ci resistete!!

    RispondiElimina
  7. hahahaha!!!! :D e anche se fosse vero... la colpa è comunque nostra... giusto?

    RispondiElimina