E-MAIL@ME

Se siete interessati alle mie creazioni, volete che crei qualcosa per voi o volete qualche informazione in più, mandatemi una mail a:

lemiecoccole@gmail.com

Sarò felice di rispondervi!

venerdì 6 aprile 2012

Un anello nella torta

Buongiorno a tutte!
Vi sono mancata? (uuuuuuhhhhhh un sacco e una sporta! hehehe)
Mi spiace di non essere riuscita a farmi viva prima, ma ho avuto un po' di impegni e poi il tato malaticcio che mi ha fatto passare due notti quasi in bianco (quindi sonno a mille).
Comunque, ora sono di nuovo tra voi con un paio di "creazioni".

Quando ero piccola, mia mamma mi regalò "I Quindici", un'enciclopedia per ragazzi (cliccate sul titolo per avere altre informazioni). Me la leggevo spesso, perchè era piena di argomenti interessanti, scritti in modo semplice e breve...un ottimo modo, secondo me, per aumentare la curiosità e per invogliare a saperne di più.
Uno dei libri era intitolato "Feste e costumi" e parlava delle tradizioni, degli usi e dei costumi di tutto il mondo.
Ed è proprio questo libro che mi è venuto in mente l'altro giorno quando ho dovuto fotografare le mie due nuove creazioni:
..."un anello in una torta"...
Una delle tradizioni che venivano descritte nel libro parlava proprio dell'usanza in un paese del nord Europa, non ricordo bene dove, di mettere una "sorpresa" all'intero di un dolce durante le feste di Natale (mi sembra).
Si potevano inserire un anello, un ditale e una moneta. Poi si tagliava la torta a fette ed ognuno di questi oggetti era un augurio per chi lo trovava all'interno della propria fetta.
Non ricordo molto bene tutti i significati: sono passati un po' di anni e l'enciclopedia è finita in soffitta da mia mamma, assieme a tanti altri libri che sono misteriosamente scomparsi (nel senso che mio papà è salito un paio di volte per cercarli, ma non li ha mai trovati).
Avendo in mano un dolce e un anello e non sapendo come gestire il post che dovevo scrivere, ho pensato di fare quella foto in ricordo delle mie letture di  quando ero piccola.

L'anello è il solito, solo che con una perlina a forma di fiore.
La torta è una rivisitazione della "Ciambella del suocero".

Questa l'ho chiamata la "Ciambella del dopo Pasqua".
Ecco a voi la preparazione.

CIAMBELLA DEL DOPO PASQUA

Ingredienti:
  • 400 g di farina
  • 150 g di burro
  • 150 g di zucchero
  • 3 uova
  • 2,5 dl di latte
  • una bustina di lievito per dolci
  • 1 limone
  • avanzi di uovo di Pasqua al cioccolato fondente e/o al latte.
  • granella di zucchero
Preparazione: (copio, incollo e aggiungo dal precedente post)

Mettete in una terrina la farina setacciata con il lievito e lo zucchero.
Aggiungete uno alla volta, mescolando con la frusta, le uova, la scorza di limone grattugiata e il burro sciolto a bagnomaria: impastate con cura, diluendo via via con il latte caldo fino ad ottenere una crema morbida.
Dividete a metà il composto ottenuto, mettendone un po' in un'altra terrina.
Una metà del composto resterà chiara. Nell'altra metà grattugiate un po' di cioccolato e mescolate fino ad ottenere un impasto più scuro. (mettetene a piacere, a seconda di quanto "cioccolatoso" volete che diventi.
Imburrate e spolverate di farina uno stampo per ciambelle.
Con un cucchiaio o un mestolo versate i due composti all'interno dello stampo in questo modo (vi consiglio di usare due cucchiai, per non "sporcare" i composti):
Prendete il composto chiaro e versatene 4 gruppetti nella tortiera, formando una croce e lasciando uno spazio vuoto tra l'uno e l'altro. Negli spazi vuoti versate 4 mestoli di composto scuro. Sbattete e scuotete delicatamente la tortiera in modo che i composti si assestino e si avvicinino tra loro.
Prendete l'uovo di cioccolato e rompetene grossolanamente qualche pezzetto. Mettete i pezzi di cioccolato sopra al composto nella tortiera, per formare uno strato unico di cioccolato (sempre a vostro piacere la quantità).
Riprendete i due composti e versateli nella tortiera come avete fatto prima, però questa volta invertite l'ordine: sopra a dove avevate messo il composto chiaro mettete ora quello scuro e viceversa.
Scuotete leggermente la tortiera come prima.
Infine cospargete la superfice con la granella di zucchero e cuocete in forno già caldo a 180° per 3/4 d'ora.

Questo è il risultato:


Ed ecco un mix di scatti tutto per voi:
Bene, vi saluto ed auguro a tutte voi una felice Pasqua, comunque e con chiunque e in qualsiasi modo la vogliate trascorrere! (speriamo solo che ci sia bel tempo!)
Un abbraccione gigante e a presto con delle belle novità (almeno per me hehehe)!
Ester

Ops! Dimenticavo:

_________________________________________________________________

Con l'anello partecipo al Linky Party di Topogina
C'e' crisi!

10 commenti:

  1. Ma che bella fotooooooo!!!!
    Buona pasqua anche a te, l'anello è bellissimo!!
    Ma...golosoni... non si chiama mica 'ciambella di DOPO Pasqua'???? Sere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, ma per noi il dopo Pasqua è iniziato già una settimana fa, dato che abbiamo iniziato a comprare le uova molto prima e al momento siamo sommersi dai pezzi di cioccolata! Io e mio marito siamo peggio dei bambini: golosi e amanti delle sorprese! :o)

      Elimina
    2. Eh Eh...noi resistiamo e domenica apriamo ben 8 uova!!
      p.s. il tuo tato ha il seggiolone uguale a quello del mio piccolo!

      Elimina
  2. Sono in ritardo, la Pasqua è finita ma io arrivo adesso....che dire...ho appena letto il tuo commento, sei fantastica!!! Se tutte le persone che mi seguono avesero il tuo stesso entusiasmo non camminerei, volerei a tre metri da terra!!!
    Ti ringrazio con tutto il cuore e ti mando un abbraccio!!!

    RispondiElimina
  3. io ti avrò resa felice con le ginnaste... e aspetta perchè ho altre tre squadre da fare... (veramente due, una finita non l'ho ancora pubblicata)... ma tu hai reso felice me nominando i quindici... feste e costumi... fare e costruire... erano la mia lettura preferita da piccola, adoravo l'uno con le poesie, il due con le fiabe e le favole (kettor... te lo ricordi?...), il tre che se non ricordo male era quello scientifico sul mondo e l'universo, come siamo fatti... con le pagine trasparenti da sovrapporre... e l'usanza di mettere una sorpresa nel dolce... questo post è stata la mia dolce sorpresa... un tuffo nella piccola parte di infanzia serena che ho avuto...

    RispondiElimina
  4. Povero pupo!! Ma va un po' meglio?
    Io ho i quindici in camera, e anche i sedici in effetti! Erano di mia madre e sono passati a me quando ero piccola... i più consumati sono quello delle fiabe e filastrocche e quello delle cose da fare e costruire... che meraviglia!!!!!!
    Quasi quasi vado a cercare i significati dei tre regali, sono curiosa...
    Un bacione!
    Babi

    RispondiElimina
  5. buona!!! gli ingredienti ce li ho tutti!!! magari domani me la preparo mi hai fatto venire una voglia!!!! e bello anche l anellino!!!! a presto *.*

    RispondiElimina
  6. Che carino questo post!!!
    Un sorriso senza gatto
    Blu

    RispondiElimina
  7. grazie per averci spiegato questa usanza e complimenti per la ciambella! PS vengo dal Linky Party di TopoGina

    RispondiElimina